Se vuoi conoscere tutto sui principali temi del tuo allattamento, rivedere bene attacco e posizione, imparare la spremitura manuale e cosa fare in caso di svezzamento, i miei corsi on line sono perfetti per te. Scoprili subito!
Home/ALLATTAMENTO/Perchè una IBCLC (consulente professionale in allattamento materno) “NON” ti facilita la vita?!

Perchè una IBCLC (consulente professionale in allattamento materno) “NON” ti facilita la vita?!

IBCLC_Day3Una IBCLC non ti risolve la vita. Assolutamente! Nemmeno ti regala certezze assolute o facili libretti per le istruzioni sul neonato. Anzi, diciamolo chiaramente, una ibclc non te la facilita proprio la vita.  “Nè ti dà l’elemosina, senza darti gli strumenti per sostentarti da sola”. Quando hai le ragadi  e piangi dal dolore, non ti offre il latte artificiale dicendo di lasciar perdere, ma ti insegna ad attaccare il tuo bambino senza sentire dolore. Non te lo attacca e se ne va. Ma si siede accanto a te per due ore e ti offre tutti i consigli e gli strumenti affinchè tu possa farlo da sola.  E continua a supportarti emotivamente per i giorni a venire fino a quando le ragadi sono passate e l’attacco è diventato da manuale! Quando ti trovi all’uscita dall’ospedale con in mano una prescrizione di latte artificiale, non si limita a dirti di andare a comprarlo perchè la sfortuna ha voluto così. Ti aiuta a capire cosa è successo durante e dopo la nascita, cosa è andato storto, dove si poteva intervenire altrimenti e come evitare il senso di colpa inutile. E non ti rende la vita semplice dicendoti “ma sì, va bene lo stesso, crescono uguali”. No! Ti chiede se vuoi provare una strada diversa, faticosa, impegnativa, ma che dà un’altra possibilità di riuscita. Non ti dice che è facile e che ce la farai di sicuro, ma ti spiega come fare e ti sostiene ogni giorno facendo il tifo per il tuo successo. A volte, invece, quando ormai è troppo tardi, quando troppo è stato compromesso, non ti compatisce lasciandoti nel tuo brodo, ma ti scrolla la schiena e l’anima e ti dà la forza per dare il meglio di te, qualsiasi sia la tua strada in quel momento, anche quando la tua vita di mamma passa necessariamente attraverso il biberon.

E non lascia nemmeno, che le emozioni scorrano via infilandosi nei meandri della tua anima facendoti del male, ma le osserva insieme a te, ti aiuta a osservare la realtà per quella che è, ti dà il permesso di esprimere il dolore, la stanchezza, il desiderio di “tornare indietro”.  Non ti pianta un sorriso addosso pretendendo che tu faccia altrettanto. Non si cela dietro frasi stereotipate  e mielose di maternità sempre troppo facili. Se le lacrime fanno capolino non fa finta di niente dandoti la solita pacca sulla spalla, ma ti aiuta a farle uscire e togliere i nodi intricati nella tua anima.

Ed, infine, non  pretende di sapere tutto e di poter essere l’unico tuo punto di riferimento, bensì, quando necessario, ti consiglia altre figure professionali che possano aiutarti nella difficile avventura della maternità.

Di certo non fa finta di niente e, soprattutto, non ti lascia mai da sola.

Silvia Colombini : ibclc, www.latte-materno.com

Marzo 4th, 2014|Categories: ALLATTAMENTO|Tags: , , , , , |Commenti disabilitati su Perchè una IBCLC (consulente professionale in allattamento materno) “NON” ti facilita la vita?!