I tempi di attesa per una consulenza sono di 3/4 giorni circa. Contattami subito! Non ti impegna e non perdi tempo
Home/ALLATTAMENTO/Poppate Notturne? Una preziosa Risorsa!

Poppate Notturne? Una preziosa Risorsa!

poppate notturneLe poppate notturne, nonostante tutto, sono spesso una risorsa. Nei primi giorni attivano l’arrivo della montata lattea. Dopo le prime ore un po’ catalettiche del piccolo neo-arrivato, la seconda giornata di vita diventa solitamente un po’ più attiva e la seconda nottata diventa spesso e volentieri una “poppata unica con bimbo-vampiro attaccato alla tetta”! Verissimo. E per fortuna! I bimbi, come sempre, sanno già cosa è giusto fare. Se sono attaccati bene (molto bene! senza fare male, in posizione perfetta) l’allattamento a “richiesta continua” dei primissimi giorni è l’unico vero efficace strumento di stimolazione della produzione di latte, nonché fonte di nutrimento essenziale per il bambino stesso (colostro a go-gò, mecomio espulso, ittero in discesa). In questi momenti quindi è fondamentale più che mai abbandonare il nido e le nursery, tenersi stretti al seno i propri bimbi e andare giù di tetta ad oltranza! In questo caso, allattare da sdraiate, nel proprio letto di casa o di ospedale, dovrebbe essere una delle prime cose da imparare e da farsi mostrare dalle consulenti. Ovviamente, lo ripeto, il bimbo deve essere attaccato al seno in modo perfetto. Volendo, se lo si preferisce, quando proprio lo si vede ciuccettare superficialmente al seno, lo si può anche staccare dal capezzolo, tenere vicino al seno e aspettare la richiesta successiva per attaccarlo di nuovo subito, in modo più efficace.

Nei periodo dei cosiddetti  “scatti di crescita” o “giorni di frequenza”. Ci sono tanti momenti durante il primo anno di vita  durante i quali i bambini sembrano improvvisamente avere bisogno di mangiare di più. Momenti nei quali il latte sembra non bastare mai. Ne abbiamo già parlato e vi invito a vedere questo video.  (giorni di frequenza) Anche in questi momenti la poppata notturna è una risorsa importante. Durante la notte infatti l’ormone della prolattina (che sta alla base della produzione di latte) entra in circolo e lavora maggiormente. E’ quindi importante sfruttare questo momento per “mandare il messaggio al proprio corpo di produrre più latte”. E l’unico modo per farlo è attaccare il bimbo spesso,  soprattutto di sera e di notte. Anche in questo caso allattare da sdraiata e dormicchiare durante la poppata può essere vitale, per garantirsi insieme alla produzione di latte, anche il riposo necessario.

Durante i mesi successivi. Anche nei bimbi più grandicelli il sonno non è un sonno continuo e pesante. Ma è fisiologico che sia interrotto da numerosi risvegli. Qualora il bimbo sia ancora allattato al seno (ed è auspicabile che lo sia almeno fino ai due anni, come raccomandato dalla OMS), continuare ad allattare di notte può essere il modo più veloce, immediato, e meno stancante, per riaddormentare il bambino. Poterlo fare in posizione sdraiata, senza alzarsi dal letto, rende la vita molto molto più semplice e la notte molto meno faticosa!

Luglio 2nd, 2013|Categories: ALLATTAMENTO|Tags: , , , |Commenti disabilitati su Poppate Notturne? Una preziosa Risorsa!